Massimiliano d’Asburgo e il Cinema Latino Americano a Trieste

Festival del Cinema Latino Americano e Massimiliano d’Asburgo. Verrebbe da chiedersi: che cosa hanno in comune i due? Semplice, il Messico.

Ed è da questo punto di partenza che parte la collaborazione tra il Festival del Cinema Latino Americano di Trieste, che si svolgerà da sabato 10 a domenica 18 novembre al Teatro Miela, e la direzione del Castello di Miramare.

Perché il castello? Perché attualmente le Scuderie del Castello ospitano la mostra “Massimiliano e Manet. Un incontro multimediale”.

L’esposizione accoglie anche opere di due giovani artisti messicani, Calixto Ramírez e Enrique Méndez de Hoyos, che, con il loro contributo video, si confrontano con il racconto di una vicenda importante per il loro paese ma anche per il nostro e soprattutto per la città di Trieste.

Città che ha visto Massimiliano tra i suoi abitanti più importanti e che l’ha visto partire alla volta del Messico, di cui è stato proclamato Imperatore nel 1864 e da cui purtroppo tornò in un feretro qualche anno dopo.

Il Festival del Cinema Latino Americano, manifestazione ormai storica per la città e giunta alla sua 33ma edizione, da sempre ha tra i suoi obiettivi intrecciare relazioni e stringere i rapporti tra l’Italia e l’America Latina, ponendo sotto i riflettori situazioni, paesi e autori del vasto panorama.

Tra i focus di quest’anno, per un Festival che offre occasioni per tutti i gusti: il calcio, il ritorno di Cuba, l’omaggio al scomparso presidente Fernando Birri e la consegna del Premio Allende a Vera Vigevani Jarach, italiana d’Argentina, tra le fondatrici del movimento delle Madri di Plaza de Mayo.

Quest’anno il Festival rinsalda questo intreccio. Come? Dando la possibilità a chi parteciperà alle proiezioni di visitare la Mostra alle scuderie con ingresso ridotto.

Ciò è possibile grazie alla sinergia tra Civita Tre Venezie e il Museo storico e Parco del Castello di Miramare nelle persone di Andreina Contessa, Rossella Fabiani e Silvia Pinna e la direzione del Festival tramite il Presidente Rodrigo Diaz.

Un’opportunità per scoprire uno dei monumenti simbolo di Trieste e una mostra che vuole essere un ponte con l’attuale realtà ispanoamericana.

Inserisci i tuoi dati

INFORMATIVA art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP)
Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP) la informiamo che tutti i dati personali da lei forniti in sede di compilazione del modulo, sono raccolti e gestiti con strumenti informatici per le finalità strettamente connesse ed indispensabili al progetto Social Ambassador Friuli Venezia Giulia. I suoi dati non verranno comunicati a terzi né saranno diffusi. I suoi dati potranno essere conosciuti solo da soggetti specificatamente incaricati al trattamento. Il Titolare del trattamento è PROMOTURISMOFVG con sede in Trieste, via Locchi 19, a cui Lei potrà rivolgersi per far valere i suoi diritti così come è previsto dagli artt. 15 e ss. del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP).

annulla

Seleziona le tue preferenze

Scegli fra le categorie che più ti interessano per rimanere sempre aggiornato.

annulla

I dati inseriti non sono corretti

Grazie per esserti registrato!

Controlla la tua email. Riceverai le credenziali di accesso al blog.

© PromoTurismoFVG – Sede legale: via Locchi, 19 - 34123 Trieste. Sede operativa: Villa Chiozza, via Carso 3 - 33052 Cervignano del Friuli (UD) - info@promoturismo.fvg.it PEC: promoturismo.fvg@certregione.fvg.it numero verde 800 016 044 / +39 0431 387130 - Centralino uffici Villa Chiozza tel. +39 0431 387111 - fax +39 0431 387199 - P.I. IT01218220323 - C.F. 01218220323