Vivaro: cena in cantina nei Magredi

“Ciao, hai un tavolo per 12 stasera?”

“No cara, il ristorante è pieno, se vuoi vi metto in cantina”

“Bene saremo lì per le otto”

Al momento non ho dato peso, pensavo ad una battuta del simpaticissimo gestore, nonché amico, di questo country resort e fattoria nei Magredi (sulla Strada del vino e dei sapori del Friuli Venezia Giulia).

L’occasione era una cena che organizzo in coincidenza di ogni inizio stagione, eravamo partiti in tre e ora è diventato un incontro immancabile perchè il gruppo è lievitato, età, professioni e provenienze diverse, un mix esplosivo.

Il pomeriggio l’ho dedicato a far conoscere ad un’amica la zona dei Magredi, (territorio di assoluto fascino della pianura friulana); il nome significa “terre magre”, infatti il paesaggio attorno al greto del Cellina è lunare. I torrenti Cellina e Meduna son già scomparsi nella falda acquifera sottostante dopo aver trasportato e depositato milioni di sassi lucidi ognuno diverso, che potrebbe dirti qualcosa, qui regna il silenzio, parlano loro devi solo ascoltare.

Brullo a prima vista ma ricco di specie di flora e fauna uniche tanto da farlo diventare zona speciale protetta; muschi, erica, creste di gallo, orchidee si incrociano con la fauna dove il volatile simbolo è l’occhione.

Mano a mano che ti spingi verso il paese fioriscono rovi, vegetazione più ricca, ed è scontato imbattersi in fagiani o lepri, un po’ più arduo ma non impossibile vedere un’aquila che punta proprio questi animali.

Il modo ideale di visitarli nel rispetto dell’ambiente è a piedi, in “bike”, a cavallo… o in carrozza come abbiamo fatto noi forse per sentirci un po’ regine della situazione.

Torniamo alla cena, la sera ci siamo presentati e… “Et voilà” non era uno scherzo un tavolo ed una cantina ottimamente apparecchiati ed imbanditi solo per noi.

Non ci potevo credere, nemmeno con impegno avrei trovato una location più esclusiva ricevendo i complimenti da tutti e dire che ne ero ignara anch’io!

Cenare in uno scrigno che racchiude tutto il ben di Dio per l’inverno, prosciutti, formaggi, salami, vini, birre, ha un fascino inesorabile.

La cantina ha archi in pietra, qualche mobile antico, scaffalature in legno per i vini, una cella per i prosciutti con tanto di grata e chiavi dove sinceramente più d’uno si sarebbe fatto chiudere in esilio per l’eternità.

Alle pareti uno schermo con le immagini del territorio, luci soffuse e menù tipico della fattoria, le verdure dell’orto pastellate, la polentina con il salame e la pancetta alla piastra, immancabili le foglie di frico croccante, la vellutata di zucca ortaggio principe dell’autunno che ricorda il sole caldo dell’estate finita guardando il piatto dall’alto, le “Cosutis e Montasio vecchio” ravioli di forma simile ai cialcjons, involtino con contorni e vini dei Magredi che negli ultimi anni hanno raggiunto con molte cantine risultati di tutta eccellenza.

Di un luogo non conosci mai tutto ma se mangi qui senti proprio il sapore della tradizione, infatti siamo usciti dal ristorante con in bocca il gusto dell’autunno in una fattoria della pianura friulana.

Gran finale davanti all’enorme stufa di maiolica dove abbiamo preso parte al rito dell’accensione stagionale e dove la cuoca ci ha munito di cappellino da chef e via tutti a prepararsi da soli la propria crepe da farcire con le marmellate di loro produzione, caffè, grappetta e canti che hanno concluso un’eccellente serata.

Caldamente consigliata come esperienza.

Inserisci i tuoi dati

INFORMATIVA art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP)
Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP) la informiamo che tutti i dati personali da lei forniti in sede di compilazione del modulo, sono raccolti e gestiti con strumenti informatici per le finalità strettamente connesse ed indispensabili al progetto Social Ambassador Friuli Venezia Giulia. I suoi dati non verranno comunicati a terzi né saranno diffusi. I suoi dati potranno essere conosciuti solo da soggetti specificatamente incaricati al trattamento. Il Titolare del trattamento è PROMOTURISMOFVG con sede in Trieste, via Locchi 19, a cui Lei potrà rivolgersi per far valere i suoi diritti così come è previsto dagli artt. 15 e ss. del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP).

annulla

Seleziona le tue preferenze

Scegli fra le categorie che più ti interessano per rimanere sempre aggiornato.

annulla

I dati inseriti non sono corretti

Grazie per esserti registrato!

Controlla la tua email. Riceverai le credenziali di accesso al blog.

© PromoTurismoFVG – Sede legale: via Locchi, 19 - 34123 Trieste. Sede operativa: Villa Chiozza, via Carso 3 - 33052 Cervignano del Friuli (UD) - info@promoturismo.fvg.it PEC: promoturismo.fvg@certregione.fvg.it numero verde 800 016 044 / +39 0431 387130 - Centralino uffici Villa Chiozza tel. +39 0431 387111 - fax +39 0431 387199 - P.I. IT01218220323 - C.F. 01218220323