Pedocin, il fascino intramontabile dello storico muro

L’estate è iniziata da poco ma il bagno Lanterna di Trieste, meglio noto come Pedocin, ha accolto già migliaia di persone. Triestini soprattutto e anche tanti turisti, attirati da una particolarità unica in Europa. Lo stabilimento infatti, di proprietà del Comune di Trieste, divide con un muro la parte maschile da quella femminile.

Il biglietto costa solo un euro, si acquista all’ingresso e si timbra in un’obliteratrice del tutto uguale a quelle presenti su molti autobus. E poi ecco il bivio, donne a sinistra, uomini a destra.

La parte “rosa” è decisamente la più affollata, anzi affollatissima. Basti pensare che si raggiungono picchi di 3mila biglietti staccati al giorno, in un marasma colorito, vivace e rumoroso.

Niente a che vedere con la zona degli uomini, qui posto a volontà, sempre, spazi addirittura vuoti e un silenzio introvabile al di là del muro. E tra tintarella e bagni il passatempo prediletto è il gioco delle carte.

Curiosità. Il nome “Pedocin” è legato a varie ipotesi. Nel 1800 in questo spazio di “spidocchiavano i cavalli”, ma c’è chi ricorda anche davanti alla spiaggia coltivazioni di mitili, le cozze “pedoci” in dialetto triestino. Per un periodo è stato chiamato dalla gente “ciodin” chiodino in dialetto, perché i vestiti, prima di indossare il costume, si appendevano sui chiodi.

Ogni estate qui arrivano troupe televisive da tutto il mondo e tanti giornalisti, per documentare il successo dello stabilimento e l’originale muro, che a distanza di secoli, conserva ancora un fascino intramontabile.

Questo articolo è disponibile in: English Deutsch

Inserisci i tuoi dati

INFORMATIVA art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP)
Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP) la informiamo che tutti i dati personali da lei forniti in sede di compilazione del modulo, sono raccolti e gestiti con strumenti informatici per le finalità strettamente connesse ed indispensabili al progetto Social Ambassador Friuli Venezia Giulia. I suoi dati non verranno comunicati a terzi né saranno diffusi. I suoi dati potranno essere conosciuti solo da soggetti specificatamente incaricati al trattamento. Il Titolare del trattamento è PROMOTURISMOFVG con sede in Trieste, via Locchi 19, a cui Lei potrà rivolgersi per far valere i suoi diritti così come è previsto dagli artt. 15 e ss. del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP).

annulla

Seleziona le tue preferenze

Scegli fra le categorie che più ti interessano per rimanere sempre aggiornato.

annulla

I dati inseriti non sono corretti

Grazie per esserti registrato!

Controlla la tua email. Riceverai le credenziali di accesso al blog.

© PromoTurismoFVG – Sede legale: via Locchi, 19 - 34123 Trieste. Sede operativa: Villa Chiozza, via Carso 3 - 33052 Cervignano del Friuli (UD) - info@promoturismo.fvg.it PEC: promoturismo.fvg@certregione.fvg.it numero verde 800 016 044 / +39 0431 387130 - Centralino uffici Villa Chiozza tel. +39 0431 387111 - fax +39 0431 387199 - P.I. IT01218220323 - C.F. 01218220323