In bicicletta da Udine a Cividale del Friuli

Un percorso ciclabile che collega in maniera sicura la città di Udine all’antica capitale longobarda del Friuli.

Si pedala sulla FVG4, un lungo tracciato che taglia orizzontalmente tutto il Friuli centrale, collegando Caneva in provincia di Pordenone al confine sloveno delle Valli del Natisone. Qui trovate la mappa: (https://www.openstreetmap.org/relation/3287786#map=11/46.1163/13.3285)

Dal centro di Udine (parco Moretti) a Cividale del Friuli ci sono circa 25 km. Si può anche evitare il centro cittadino, partendo dalla località di Godia nelle vicinanze del torrente Torre. Qui c’è anche un comodo parcheggio adiacente alla pista ciclabile. Così facendo si risparmiano, tra andata e ritorno, circa 18 km, lasciandoci un po’ di tempo ed energia in più per andare oltre Cividale e visitare qualche paesino delle Valli del Natisone.

Proprio qui, da dove parto oggi, tra Udine e Povoletto, il percorso ci regala una piacevole sorpresa: un ponte ciclopedonale. Inaugurato poche settimane fa, non solo permette l’attraversamento del torrente in tutta sicurezza, ma offre anche un bellissimo panorama.

Il tracciato è adatto a tutti ed è percorribile in tutte le stagioni. Ma è in primavera e inizio estate che, secondo me, offre il meglio con le distese di campi di colza in fiore e tutti i colori che la natura sa offrire nella bella stagione.

Non è una vera e propria pista ciclabile ma, nei brevissimi tratti dove si è costretti a condividere la strada con le automobili, si corre comunque in sicurezza su strade secondarie con pochissimo traffico. Un percorso su fondo misto che consiglio di percorrere con una mountain bike. Si pedala spesso su asfalto ma non mancano strade bianche e di campo, oltre ad un paio di guadi, che a volte costringono ad un divertente passaggio in pochi cm di acqua.

Attraversiamo un territorio in cui è ancora forte il legame tra l’uomo e la terra: campi agricoli, orti domestici e giardini privati. Sono tutti protetti e curati dall’abbraccio delle Prealpi Giulie a nord est ma soprattutto dall’abilità e dall’innato pollice verde degli abitanti di queste zone.

Dopo Cividale del Friuli il percorso prende il nome di Bimobis. Un itinerario che, per i più allenati, sconfina in Slovenia passando per Caporetto e Tolmino e rientra in Italia, a Gorizia. Anche questo percorso è ben indicato. Per chi volesse ulteriori informazioni sui percorsi ciclabili della zona, l’ufficio turistico di Cividale sarà felice di aiutarvi.

Buone avventure a pedali!

Questo articolo è disponibile in: English Deutsch

Inserisci i tuoi dati

INFORMATIVA art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP)
Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP) la informiamo che tutti i dati personali da lei forniti in sede di compilazione del modulo, sono raccolti e gestiti con strumenti informatici per le finalità strettamente connesse ed indispensabili al progetto Social Ambassador Friuli Venezia Giulia. I suoi dati non verranno comunicati a terzi né saranno diffusi. I suoi dati potranno essere conosciuti solo da soggetti specificatamente incaricati al trattamento. Il Titolare del trattamento è PROMOTURISMOFVG con sede in Trieste, via Locchi 19, a cui Lei potrà rivolgersi per far valere i suoi diritti così come è previsto dagli artt. 15 e ss. del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP).

annulla

Seleziona le tue preferenze

Scegli fra le categorie che più ti interessano per rimanere sempre aggiornato.

annulla

I dati inseriti non sono corretti

Grazie per esserti registrato!

Controlla la tua email. Riceverai le credenziali di accesso al blog.

© PromoTurismoFVG – Sede legale: via Locchi, 19 - 34123 Trieste. Sede operativa: Villa Chiozza, via Carso 3 - 33052 Cervignano del Friuli (UD) - info@promoturismo.fvg.it PEC: promoturismo.fvg@certregione.fvg.it numero verde 800 016 044 / +39 0431 387130 - Centralino uffici Villa Chiozza tel. +39 0431 387111 - fax +39 0431 387199 - P.I. IT01218220323 - C.F. 01218220323