A Trieste trovate tutte le strade del caffè

Potremmo parafrasare questo detto volendo prendere in riferimento alcuni punti del capoluogo giuliano che lo pongono al centro di un movimento conoscitivo caffeicolo. Un fulcro di saperi declinato in tradizione, arte, tecnica, scienza e sensorialità, da cui gli abituali incontri del secondo venerdì del mese con il Cenacolo del caffè organizzati dall’Associazione Museo del caffè. Anche per questo, Trieste rappresenta veramente un unicum. Un legame che lega a doppia mandata la Città e i suoi commerci, la lavorazione del verde e poi brunito chicco, che affonda le proprie radici in tre secoli di storia, usanze e consumo.

L’anima più intima si svela al turista attento anche a questi aspetti che, solo qui, li trova così marcati. Si tratta di una vocazione, ormai presente nel DNA del triestino, una passione che riemerge qualsivoglia aspetto della Città si consideri, così da acquisire il titolo indiscusso di “Capitale del caffè”. Passeggiando per vie, androne e piazze, potremmo osservare la Città come un museo a cielo aperto, così da definire l’area un exhibit diffuso, che supera i confini perimetrali di un luogo circoscritto da mura. I visitatori possono osservare quanto pregna sia Trieste di caffè: quindi non solo oggettistica espositiva, ma anche architettura, vie e monumenti.

Ma cosa vedere? Diamo un solo imput, oltre ai blasonati Caffè storici, alle Degustazioni, ai Bar, di cui ne abbiamo già fatto cenno. Ora segnaliamo altre curiosità. Iniziamo da piazza della Borsa n. 14, attuale sede della Camera di Commercio della Venezia Giulia. Si tratta della ex Borsa merci, affacciata sull’omonima piazza, fondata nel 1755 e che costituì la sede operativa per gli scambi emporiali a livello internazionale, fondamentale per i traffici dei sacchi ricolmi di pregiati chicchi.

Sullo stesso spiazzo, un’opera di fine ‘800 è il Palazzo Dreher (dal nome della famiglia della famosa marca di birra). Nel 1928 diventò sede degli scambi borsistici dell’azionariato locale. Qui vi era un ristorante che, a seconda del piano, poteva ospitare un rilevante numero di clienti, suddivisi per categoria. Dal 2005, in occasione dei 250 anni dell’attigua Camera di Commercio al quale è afferente l’edificio, ospita al piano nobile il Museo Commerciale. In esso sono contenuti oggettistica, quadri e documenti afferenti al commercio triestino. Parte dell’allestimento è dedicato al caffè, con il Museo del caffè.

Palazzo del Tergesteo è il fabbricato attiguo, edificato fra il 1840-42, per volontà di un gruppo di facoltosi azionisti di varia nazionalità. Nel corso del 2011 l’intero stabile è stato ristrutturato e nella crociera interna sono presenti negozi e pubblici esercizi che richiamano la mente all’ospitalità con le insegne che in questa Città è ai massimi livelli.

Altra curiosità, poco lontana, è l’immensa foto a tutta parete presente nella Galleria Rossoni che raffigura il vecchio Caffè Milano (purtroppo non più esistente). Nell’immagine si notano chiaramente i dignitosi signori che leggono i giornali e, taluni, raffigurati con la sigaretta in mano. Più defilati gli inservienti.

Per il momento, un ultimo riferimento è la Contrada dei Grigioni. Si tratta di una piazzetta ora di scarso afflusso, ma significativa per la presenza di antichi edifici di culto. A parte ciò, essa richiama i proto caffettieri che in tutta Europa hanno disseminato l’originario consumo della nera stimolante tazzina di caffè.

caffè

Questo articolo è disponibile in: English Deutsch

Inserisci i tuoi dati

INFORMATIVA art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP)
Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP) la informiamo che tutti i dati personali da lei forniti in sede di compilazione del modulo, sono raccolti e gestiti con strumenti informatici per le finalità strettamente connesse ed indispensabili al progetto Social Ambassador Friuli Venezia Giulia. I suoi dati non verranno comunicati a terzi né saranno diffusi. I suoi dati potranno essere conosciuti solo da soggetti specificatamente incaricati al trattamento. Il Titolare del trattamento è PROMOTURISMOFVG con sede in Trieste, via Locchi 19, a cui Lei potrà rivolgersi per far valere i suoi diritti così come è previsto dagli artt. 15 e ss. del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP).

annulla

Seleziona le tue preferenze

Scegli fra le categorie che più ti interessano per rimanere sempre aggiornato.

annulla

I dati inseriti non sono corretti

Grazie per esserti registrato!

Controlla la tua email. Riceverai le credenziali di accesso al blog.

© PromoTurismoFVG – Sede legale: via Locchi, 19 - 34123 Trieste. Sede operativa: Villa Chiozza, via Carso 3 - 33052 Cervignano del Friuli (UD) - info@promoturismo.fvg.it PEC: promoturismo.fvg@certregione.fvg.it numero verde 800 016 044 / +39 0431 387130 - Centralino uffici Villa Chiozza tel. +39 0431 387111 - fax +39 0431 387199 - P.I. IT01218220323 - C.F. 01218220323