Una pedalata nella Valle Cavanata, tra cigni reali e fenicotteri

Un sabato di febbraio, un po’ di sole e ci viene voglia di tirar fuori le bici e fare un po’ di movimento. Ma dove andare? Mi viene in mente di una passeggiata fatta qualche tempo fa con una amica nella laguna di Grado e più precisamente a Fossalon di Grado alla Riserva Naturale di Valle Cavanata, dove ci sono percorsi di vario tipo da esplorare sia in bicicletta che a piedi, ammirando le numerose specie di uccelli acquatici che la popolano.

Visto che le giornate sono ancora corte decidiamo di sfruttare le ore più calde, così carichiamo le bici sull’auto e prendiamo la strada che da Udine porta a Grado, facendo una sosta ad Aquileia per mangiare qualche frittella in pasticceria e per ammirare la Basilica e il maestoso Campanile di questa località Patrimonio dell’UNESCO. Alla fine del tratto abitato di Aquileia prendiamo a sinistra la strada provinciale 91 e proseguiamo verso la riserva, che si trova sulla strada che da Grado porta a Fossalon.

Arrivati all’oasi, studiamo la mappa di fronte al centro visite e vediamo che c’è la possibilità di fare vari percorsi. Noi scegliamo di fare il Percorso del mare e, inforcate le biciclette, ci inoltriamo lungo la strada che costeggia il tratto meridionale del canale Averto, facendo numerose soste per osservare e fotografare sia i numerosi palmipedi (germani, svassi, cigni reali) che i trampolieri.

Dopo circa 2 km arriviamo a un argine che separa la strada dal mare e a un bivio: andando a destra si prosegue nella riserva, noi invece abbiamo preso a sinistra e percorso i circa 5 km che portano fino alla località Canèo e al villaggio dei pescatori di Punta Sdobba.

Lungo il percorso ci siamo fermati spesso in corrispondenza delle scalette in legno con cui si può salire sull’argine e abbiamo ammirato lo splendido panorama della laguna, che si allungava fino al golfo di Trieste e alle coste dell’Istria.

Arrivati a punta Sdobba abbiamo camminato nel villaggio dei pescatori, molto caratteristico per le sue casette colorate e ci siamo inoltrati per un breve tratto lungo la foce dell’Isonzo, fino a trovare una torretta di osservazione da cui si godeva di un panorama bellissimo.

Tornati indietro ci siamo fermati al centro visite, dove abbiamo consumato i nostri panini nell’area pic-nic e poi a piedi abbiamo seguito il Percorso del centro visite, un bel sentiero lungo 500 metri che si può percorrere solo a piedi e solo durante gli orari di apertura del centro.

Infine abbiamo camminato lungo il Percorso della valle, che costeggia la parte settentrionale del canale fino ad arrivare all’osservatorio Sabbia, da cui abbiamo ammirato con i cannocchiali a disposizione dei visitatori splendidi stormi di fenicotteri rosa.

Questo articolo è disponibile in: English Deutsch

Inserisci i tuoi dati

INFORMATIVA art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP)
Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP) la informiamo che tutti i dati personali da lei forniti in sede di compilazione del modulo, sono raccolti e gestiti con strumenti informatici per le finalità strettamente connesse ed indispensabili al progetto Social Ambassador Friuli Venezia Giulia. I suoi dati non verranno comunicati a terzi né saranno diffusi. I suoi dati potranno essere conosciuti solo da soggetti specificatamente incaricati al trattamento. Il Titolare del trattamento è PROMOTURISMOFVG con sede in Trieste, via Locchi 19, a cui Lei potrà rivolgersi per far valere i suoi diritti così come è previsto dagli artt. 15 e ss. del Regolamento UE n. 679/2016 (RGDP).

annulla

Seleziona le tue preferenze

Scegli fra le categorie che più ti interessano per rimanere sempre aggiornato.

annulla

I dati inseriti non sono corretti

Grazie per esserti registrato!

Controlla la tua email. Riceverai le credenziali di accesso al blog.

© PromoTurismoFVG – Sede legale: via Locchi, 19 - 34123 Trieste. Sede operativa: Villa Chiozza, via Carso 3 - 33052 Cervignano del Friuli (UD) - info@promoturismo.fvg.it PEC: promoturismo.fvg@certregione.fvg.it numero verde 800 016 044 / +39 0431 387130 - Centralino uffici Villa Chiozza tel. +39 0431 387111 - fax +39 0431 387199 - P.I. IT01218220323 - C.F. 01218220323