Carnevale nelle Valli del Natisone alla ricerca dei Blumari

In bicicletta al Pust, il carnevale delle Valli del Natisone, alla ricerca dei tradizionali Blumari

La fascia pedemontana friulana è baciata oggi da un timido sole invernale che rende piacevoli le corse su queste strade. Decido così di fare una salita, una delle più classiche nei periodi freddi: la salita di Canebola/Bocchetta Sant’Antonio, 9 km mai difficili partendo dal bel paese di Faedis. Una volta raggiunto il culmine (788m.  s.l.m.), dove la vista abbraccia tutto il Friuli, invece di rientrare decido di allungare il giro proseguendo in discesa verso Piano di Fraccadice, per poi salire a destra poco prima del confine sloveno (stavolta con 3 km ostici e dall’asfalto sconnesso, quota di arrivo 854m s.l.m.) e ridiscendere velocemente al paese di Montefosca, girando attorno al monte Joanaz.

Ed è proprio a Montefosca che vi voglio portare. Piccola frazione del comune di Pulfero vive assieme alla adiacente borgata di Paceida in uno splendido isolamento e ha conservato, nonostante il continuo spopolamento, una delle tradizioni più singolari dei carnevali alpini: i Blumari.

I Blumari sono i giovani del paese, in età di coscrizione (così lo era un tempo, adesso il gruppo è composto senza i limiti di età) che vestiti di bianco, campanacci legati alla schiena e il copricapo di paglia a forma di albero con foglie a strisce di carta colorata, devono percorrere un anello di 4 km attorno ai due paesi (Montefosca e Paceida) cercando di mantenere la veste immacolata. Devono percorrere tanti giri quanti sono i giovani Blumari, normalmente da 5 a 11, sempre dispari, facendo solo 2 pause a giro dove possono mangiare e bere ma devono comunque saltare per far suonare i campanacci. Questo rituale serve a scacciare l’inverno e a risvegliare la primavera e a sancire il passaggio alla età adulta dei giovani coscritti, una sorta di rito di iniziazione. Tutto ciò avviene nell’ultimo giorno di carnevale.

Pust”, il carnevale nelle Valli del Natisone, è qualcosa di travolgente, molto sentito dagli abitanti, ogni paese o vallata ha le sue maschere, molto colorate e allegre. Vi invito sabato 3 e domenica 4 febbraio 2018 a San Pietro al Natisone: ci sarà la sfilata di tutte le maschere delle Valli, Blumari compresi!

Questo articolo è disponibile in: English Deutsch

Inserisci i tuoi dati

INFORMATIVA art. 13 D.lgs 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.
Ai sensi dell’art. 13 del d.lgs 196/2003 “Codice in materia di protezione dati personali”, la informiamo i dati personali e il suo indirizzo mail, fornito in sede di compilazione del modulo, sono raccolti e gestiti con strumenti informatici per le finalità strettamente connesse ed indispensabili aal progetto Social Ambassador Friuli Venezia Giulia. I suoi dati non verranno comunicati a terzi né saranno diffusi. I Suoi dati potranno essere conosciuti solo da soggetti specificatamente incaricati al trattamento. Il Titolare del trattamento è PROMOTURISMOFVG con sede in Trieste, via Locchi 19, a cui Lei potrà rivolgersi per far valere i suoi diritti così come è previsto dall’art. 7 del d.lgs. 196/2003.

annulla

Seleziona le tue preferenze

Scegli fra le categorie che più ti interessano per rimanere sempre aggiornato.

annulla

I dati inseriti non sono corretti

Grazie per esserti registrato!

Controlla la tua email. Riceverai le credenziali di accesso al blog.

© PromoTurismoFVG – Sede legale: via Locchi, 19 - 34123 Trieste. Sede operativa: Villa Chiozza, via Carso 3 - 33052 Cervignano del Friuli (UD) - info@promoturismo.fvg.it PEC: promoturismo.fvg@certregione.fvg.it numero verde 800 016 044 / +39 0431 387130 - Centralino uffici Villa Chiozza tel. +39 0431 387111 - fax +39 0431 387199 - P.I. IT01218220323 - C.F. 01218220323