La lunga tradizione dei fagioli: quantità e qualità

Vegetariani e non, TUTTI amano i fagioli.

“Fagiolizzata” fin da piccola con la minestra d’orzo e fagioli fumante di mia nonna, divenuta  più accattivante in gioventù, quando ti era permesso aggiungere un po’ di vino rosso alla ricetta ( forse la versione veneta della famosa Jota triestina dove l’acidità’ viene dai crauti e non dal vino ) son golosa di fagioli.

Il Friuli ne produce di ottime qualità per  vocazione dei terreni e per esigenza del passato; povertà e proteine low cost  che con orzo,  patate o pasta diventano un piatto unico. Ma Quali fagioli produciamo? Dove? La mia curiosità mi ha spinto a segnare sulla carta un fantomatico “Fagiolo Tour”  che mi ha regalato gusto e spettacoli, che pur vivendo qua, non avevo visto prima.

Son partita da S. Quirino, terra dei Templari vicino casa, alla scoperta del Fagiolo Antico dove mi ha accolto uno dei pochi produttori. Ritrovarmi in quel granaio con distese di fagioli ad essiccare, ascoltare il racconto suadente ed orgoglioso di Donato che ha recuperato un seme antico tramandato dalla nonna novantenne con ottimi risultati di qualità, tanto da divenire candidato al Presidio Slow Food, non ha prezzo. È questo il viaggio per me: cultura e condivisione di passioni; tant’e’ che al mio rientro ho creato coi suoi fagioli una ricetta dolce, sì, la crema di fagioli dolce e tortino di pane vecchio e uvette!

Altra tappa Platischis un fagiolo antico recuperato, bello, grosso carnoso e di 50 sfumature di … viola!

Paesello delle prealpi Giulie, al confine sloveno, che ha sopportato guerra, carestie e spopolamenti. Salendo per la strettissima strada ti sembra di sentire ancora l’eco degli spari, così come in una trattoria son gelosamente esposte al soffitto le “gavette” dei soldati. Immerso nel verde e nel nulla e’ regno di produttori di agricoltura e allevamento biologici e di amanti di boschi e sentieri selvaggi o della pesca, più a valle nel Cornappo.

Da qui vado in Carnia considerata la patria dei fagioli, stop a Cavazzo Carnico col suo bellissimo lago, il Fagiolo del Santisim Tricolore non l’ho cercato, a dire il vero, perché la tentazione del bagno al lago smeraldo, assieme alle papere, è stata più forte e quindi mi immergo e socializzo con i molti campeggiatori. Proseguo in Val Pesarina per il più famoso e tipico borlotto della Carnia. Io punto Pesariis, famoso anche per essere il “Paese degli Orologi”, fagioli in ogni orto e orologi in ogni angolo, tanti e interessanti anche nel piccolo, ma piacevolissimo, museo, dove ti consegnano la mappa del paese e dei suoi strani orologi.

Da non perdere la sagra a metà settembre che si chiama “Arlois e Fasois” orologi e fagioli appunto!

I numeri del Tour

167 km. Solo andata

Fagioli mangiati: Troppi e troppo buoni

Effetti collaterali: non pervenuti

Gioia e stupore: 10  e lode

Questo articolo è disponibile in: English Deutsch

Inserisci i tuoi dati

INFORMATIVA art. 13 D.lgs 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.
Ai sensi dell’art. 13 del d.lgs 196/2003 “Codice in materia di protezione dati personali”, la informiamo i dati personali e il suo indirizzo mail, fornito in sede di compilazione del modulo, sono raccolti e gestiti con strumenti informatici per le finalità strettamente connesse ed indispensabili aal progetto Social Ambassador Friuli Venezia Giulia. I suoi dati non verranno comunicati a terzi né saranno diffusi. I Suoi dati potranno essere conosciuti solo da soggetti specificatamente incaricati al trattamento. Il Titolare del trattamento è PROMOTURISMOFVG con sede in Trieste, via Locchi 19, a cui Lei potrà rivolgersi per far valere i suoi diritti così come è previsto dall’art. 7 del d.lgs. 196/2003.

annulla

Seleziona le tue preferenze

Scegli fra le categorie che più ti interessano per rimanere sempre aggiornato.

annulla

I dati inseriti non sono corretti

Grazie per esserti registrato!

Controlla la tua email. Riceverai le credenziali di accesso al blog.

© PromoTurismoFVG – Sede legale: via Locchi, 19 - 34123 Trieste. Sede operativa: Villa Chiozza, via Carso 3 - 33052 Cervignano del Friuli (UD) - info@promoturismo.fvg.it PEC: promoturismo.fvg@certregione.fvg.it numero verde 800 016 044 / +39 0431 387130 - Centralino uffici Villa Chiozza tel. +39 0431 387111 - fax +39 0431 387199 - P.I. IT01218220323 - C.F. 01218220323